Falsi miti sulla caduta dei capelli

Il problema della calvizie e della caduta dei capelli è sofferto da sempre. E da sempre che i medici, scienziati, stregoni hanno inventato cure per contrastare il diradamento follicolare. Spesso questi miti sono talmente radicati nella cultura popolare che vengono presi per veri. Ecco perché a volte si vedono cose strane come bambini di 1 anno rasati perché il mito dice che tagliare i capelli fa crescere gli stessi più forte. A volte si tratta di una sorta di pseudo scienza che fa apparire a prima vista vera una condizione semplicemente spiegabile con la logica. Ad esempio tagliare i capelli di un bambino sembra che li fa ricrescere più forti. Infatti sembra perché i capelli che ricrescono partono del diametro raggiunto mentre quelli tagliati sono semplicemente sottili perché sono quelli della nascita. Per cui i capelli non crescono più forti ma crescono tozzi e con il diametro della base.

Il consiglio per chi desidera capelli sani e vigorosi è quello di rivolgersi alla scienza medica e diffidare delle dicerie. La medicina ha fatto passi da gigante nel comprendere la fisiologia dei capelli e il ciclo di vita (www.bellezzacapelli.com) degli stessi. Sono disponibili trattamenti efficaci e scientificamente provati per curare alcune patologie collegati alla perdita dei capelli.

Ecco una guida sui falsi miti sulla caduta dei capelli che può aiutare a comportarsi in maniera più oggettiva senza cadere nella stregoneria casalinga. Ad esempio è stato dimostrato che il regime alimentare influenza la qualità della ricrescita ma non è ancora chiaro se la cattiva o carente alimentazione porti – a parità di altre condizioni – alla perdita dei capelli.

La calvizie maschile e la calvizie femminile sono condizioni similari per alcuni versi ma molto diverse sotto altri punti di vista. Ecco perché devono essere curate dal medico tenendo conto delle specifiche cause che hanno provocato la caduta capillare.

A volte invece alcuni miti sono strani e sembrano falsi ma invece sono veri. Si dice ad esempio che durante i cambi di stagione si perdano più capelli. Questo mito è vero e non è niente altro che il cambio di pelo dei mammiferi di razza umana.

Ricrescita capelli: Alimentazione corretta

I capelli sono come delle minuscole piantine che – per crescere ed essere forti – necessitano una corretta alimentazione. Non stiamo ovviamente parlando di prodotti da dare ai capelli ma di ciò che mangiamo. I prodotti cosmetici per i capelli hanno il solo obiettivo di mantenere il meglio possibile la parte esterna dei capelli. La salute vera degli stessi è da trattare dall’ interno.

Quindi il primo trattamento di bellezza e anticaduta per i nostri capelli si trova in cucina. Ecco quindi la lista di ciò che è consigliabile mangiare:

 

Carni bianche

Tacchino e pollo contengono proteine di alta qualità, necessarie per lo sviluppo robusto dei follicoli. Molti dietologi consigliano di mangiare carni bianche e non carni rosse anche per questo motivo.

Carote

Le carote – primaria fonte di vitamina A – promuovono la salute follicolare. Le carote danno lucentezza ai capelli e quindi devono essere inserite in ogni dieta che si rispetti. Non solo per i capelli.

Cereali integrali

I cerali contengono ferro, zinco e vitamine del gruppo B. questi elementi sono molto importanti per una dieta equilibrata che faccia bene al corpo ed ai capelli.

Latticini con contenuto di grassi basso

I latticini con ridotto contenuto di  grassi (latte scremato, yogurt) sono una formidabile fonte di calcio, minerale molto importante per una buona crescita dei capelli.

Legumi

Lenticchie e fagioli non devono mancare nella dieta di chi ama i propri capelli. I legumi promuovono la ricrescita capillare e forniscono alcune sostanze fondamentali come zinco, ferro e biotina.

Noci

I minerali contenuti nelle noci sono utili alla fisiologia follicolare. Contengono un particolare acido chiamato alfa-linolenico, cruciale per una vita sana dei nostri amati capelli.

Salmone

È una alimento ricco di omega-3,  proteine, vitamina B-12 e ferro. Gli acidi grassi omega-3 sono molto importanti per la salute follicolare. La mancanza di omega-3 determina secchezza ed opacità.

Uova

Le uova contengono proteine, biotina e vitamina B-12. Cioè una pozione magica per la crescita sana dei capelli. Possono essere un po’ pesanti per il fegato ma con moderazione possono essere tranquillamente mangiate.

Verdure ricche di ferro e calcio

Le verdure di colore verde scuro come spinaci, broccoli e bietole sono una fonte insostituibile di vitamina A e C. Queste sostanze aiutano  alla naturale produzione del sebo. Le ghiandole sebacee producono il sebo per proteggere i capelli rendendoli più resistenti e lucidi.

Finasteride dimostra efficacia nella ricrescita dei capelli

I capelli sono considerati uno dei componenti principali dell’ estetica personale. L’ impatto psicologico della perdita dei capelli è misurabile nella pesante perdita di autostima e nella minore sicurezza personale. Non è sorprendente prendere atto di quanto stressante sia per uomini e donne perdere i capelli. L’ alopecia androgenetica è la principale cuasa di diradamento che colpisce oltre il 50% degli uomini con più di 50 anni.

Il primo approccio nel tentativo di ricrescita dei capelli è stato condotto con una soluzione topica chiamata Minoxidil. I risultati non sono stati comunque soddisfacenti. L’ impiego invece di finasteride come inibitore della 5alpha reductase ha provato una efficace ricrescita dei capelli in oltre il 90% degli uomini con perdita di capelli,

Nelle donne una rilevante componente legata alla perdita di capelli è la componente nutrizionale.

La medicina presta una costante attenzione al fenomeno e sono attesi nuovi sviluppi per quanto riguarda il trattamento farmacologico del diradamento capillare.

Articolo originale: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18498491